VI edizione

a cura di Stefano Massini

autori selezionati:

  • Emanuele Aldovrandi
  • Maurizio Igor Meta
  • Carla Di Donato
  • Chaira Boscaro
  • Marta Dalla Via
  • Chiara Tassi

Il vincitore della IV edizione è Marta Dalla Via con il testo “Interpretazione dei sogni”

TEMA

Un’esperienza di scrittura partendo da “L’interpretazione dei sogni” di Sigmund
Freud.

Capolavoro e pietra miliare non solo nel campo della psicanalisi, ma di tutta la cultura
moderna, “L’interpretazione dei sogni” di Sigmund Freud ha letteralmente aperto il secolo scorso, essendo pubblicato nell’anno 1900. Nell’analisi di Freud il sogno è né più né meno un mezzo tra i più validi per rielaborare fantasie rimosse durante il giorno, che vengono rappresentate come in una specie di teatro durante la notte. Infatti i due meccanismi principali per questa “teatralizzazione” sono lo spostamento (di oggetto rappresentato) e la condensazione (una sintesi di temi e simbolismi). Dunque c’è – secondo Freud – un fortissimo legame fra il sogno e il teatro. Si può dire che il sogno sia una commedia, dove ogni cosa si ripresenta camuffata. Con un nuovo ruolo. Ma di infinita e maggiore autenticità. Nel corso di questo laboratorio di scrittura, il drammaturgo e regista Stefano Massini partirà da alcune delle più note pagine del volume per addentrarsi in uno studio sulle possibilità/potenzialità di questo materiale “incandescente”, figlio al tempo stesso della scienza e della visione, dell’empirico e dell’astratto. Un viaggio nella drammaturgia dell’onirico, che sfrutta le strutture narrative del sogno e le sue filiazioni surreali, in un continuo gioco di rimandi fra dialogo reale e astrazione iconoclasta. Il sogno in fondo è partenza e arrivo di tutto quello che attiene alla creatività umana, e dunque al teatro. Partiamo da Freud per interrogarci su come il sogno possa stimolarci e suggestionarci nella scrittura scenica.

link all’archivio

clicca qui per scaricare il testo